L’ho vista sotto al portico, accovacciata in un angolo. La gente passava e non la vedeva, oppure restava indifferente. Forse perché il cartello che c’era ai suoi piedi era microscopico. Per riuscire a leggerlo dovevi piegarti e stringere gli occhi in uno sforzo. Non ricordo con esattezza le parole, ma dicevano che con la zampa aveva perso il lavoro e di conseguenza tutto il resto. Non riusciva più a saltare. Si trascinava. Ora al massimo poteva saltare il pranzo. Chiedeva di essere aiutata. Mi ha guardato con aria interrogativa e non sono riuscito a fare a meno fermarmi. Sentivo che aveva bisogno di sfogarsi. Mi ha raccontato che lavorava come saltimbanco. Un artista circense, un teatrante, gli ho detto “però”… Mi ha corretto, non avevo capito bene: lavorava a scuola. Eseguiva il salto-in-banco.

Stare a contatto coi ragazzini le piaceva. E a loro piaceva lei: durante l’intervallo si metteva tra i banchi e cominciava a saltare. Uno, due, tre, quattro. Alcuni bambini scommettevano. Cose da poco, niente di grave: figurine dei calciatori, merendine, chi perdeva doveva portare la cartella all’altro. Lei era in forma, ci teneva a fare bella figura e fare vincere chi puntava su di lei. Una volta riuscì a saltare una fila intera di banchi, e infine la cattedra che si trovava di fronte. Il bimbo che le diede fiducia, entusiasta, volle fare un selfie insieme. Poi arrivò il disgraziato giorno nel quale perse una zampa. Non mi disse mai in che modo e per pudore non volli saperlo. Ma quando pensai a cosa può volere dire restare con cinque zampe, per una cavalletta, mi venne un groppo alla gola.

Il povero insetto mi disse che al suo posto a scuola avevano preso un rappresentante del M5S. Sapete, un grillino. Ma non è la stessa cosa: quelli sono buoni sono a parlare, e anche dovessero provare a saltare, vuoi mettere con una cavalletta in forma? Dilettanti. Ma i bambini lo avevano capito, sono intelligenti. Con in grandi, invece, è sempre questione di politica.

C5Z

Ora è passato un po’ di tempo. Ma mi sono preso a cuore il caso. Dopo lunghe ricerche su Internet sono riuscito a mettermi in contatto con un artigiano cinese in grado di costruire una zampetta di plastica. Sapete come sono i cinesi, oltre a essere in grado di fare di tutto vanno da un estremo all’altro: le cavallette o se le mangiano o le recuperano alla società civile in caso di grave incidente. Il cinese mi ha detto che non è la prima volta che si imbatte in un caso del genere, e che lavora con una equipe di specialisti in grado di cucire l’arto artificiale alla bestiola. Non sarà come prima, in grado saltare banchi e cattedre, però potrà tornare a una vita normale seppure senza eccessi; un salto a mezza altezza di tanto in tanto ma nessuna difficoltà nel deambulare. I suoi simili quasi non  se ne accorgeranno. Forse nell’intimità.

A proposito, non ho capito se la cavalletta sia maschio o femmina, e nemmeno l’ho chiesto. Ma questo è un dettaglio. Resta un problema, e il motivo per il quale scrivo questo appello e lo sottopongo alla vostra attenzione. Per quanto di mezzo ci siano i cinesi, notoriamente a buon mercato, l’arto e l’operazione di ricostruzione costano. Da solo non riesco a farcela. Dunque, cari amici, mi rivolgo al vostro buon cuore, alla vostra umanità, per dare un contributo, anche piccolo, quello che potete. L’euro che mettete nel carrello della spesa. Quello che solitamente lasciate a un nero con due gambe, questa volta riservatelo a un verde con cinque zampe rimaste. Contanti – telefonate o scrivete, passerò io da voi se avete impegni –, Paypal, bonifico bancario vanno bene. Non mandate vestiti come ha fatto qualcuno perché non servono: la cavalletta, anche in una small inciampa, ci si perde dentro.

E ricordate che una cavalletta in buon salute – mi ha fatto vedere una foto di famiglia e un documento su cui c’era un nome di questo tipo: Eupholidoptera Chabrieri, me lo sono dovuto segnare, ma tra me e me la chiamo C5Z (Cavalletta 5 Zampe) – fa divertire i vostri bambini con i passatempi di una volta, e li tiene lontano dai pericoli di Internet.


(Visited 21 times, 1 visits today)
Spread the word of T.A.R.O.T.
  • 8
  • 1
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
    10
    Shares
  •  
    10
    Shares
  • 8
  • 1
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •