A quelli che – o Quello, o “Quelo” – che lassù in alto regolano le cose, dovrebbero fare vedere – o rivedere – Il corvo, così da prendere nota della famosa, oramai, battuta del

“non può piovere per sempre”.

Non so se è la nuvola di Fantozzi che mi perseguita, ma oggi, con un cielo che mette squarci di azzurro tra un fondo compatto “grigio depressione” – nuovo tipo di (de)gradazione –, che pare un po’ quei jeans strappati che vanno di moda, io riesco a prendere pioggia lungo tutto il tragitto. Eppure le previsioni del tempo davano “moderatamente sereno”. Vatti a fidare.

Ci vorrebbe un amico, canta Venditti. Ci vorrebbe un ombrello. In grado di riparare non solo dai rovesci del cielo, ma anche da quelli della vita. Non so se esiste. E costerebbe comunque troppo, non sarebbe alla portata delle mie tasche, quelle sì piene di buchi come i jeans che invece sono strappati sulle cosce o in prossimità delle ginocchia.

Non può piovere per sempre. Punto interrogativo.

 

(Visited 49 times, 1 visits today)
Spread the word of T.A.R.O.T.
  • 2
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
    3
    Shares
  •  
    3
    Shares
  • 2
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •